salta la barra


Comune di Prato

 indietro
Protezione Civile Protezione Civile Comune di Prato
Archvio 2019

Avviso meteo di lunedì 23 settembre 2019


Aggiornamento del 23 settembre ore 16.40

Entrambe le carreggiate del sottopasso "Questura" al momento risultano completamente percorribili e non è presente acqua sulla sede stradale.

In questo momento non si segnalano particolari criticità in atto su tutto il territorio comunale.

Solo alcuni interventi sono ancora in atto (Via di Castelnuovo lato Via del Palasaccio, alcuni tratti stradali nella zona di Iolo, Via del Lazzeretto) e comunque in via di risoluzione.

In considerazione della momentanea cessazione dei fenomeni di precipitazioni sulla nostra Città non si prevedono ulteriori aggiornamenti della presente sezione del web.

Aggiornamento del 23 settembre ore 16.15

Al momento, per problemi tecnici, al sottopasso "Questura" relativamente alla carreggiata Firenze-Pistoia, si sono nuovamente attivati i sistemi di allarme a cusa di presenza di una minima quantità di acqua sulla sede viaria.
E' quindi obbligatorio utilizzare la rotatoria soprastante.
La carreggiata opposta (Pistoia-Firenze) risulta sgombra da acqua e completamente percorribile

Il sottopasso "Pratilia" è stato completamente riaperto al normale traffico.

Tutte le altre criticità già segnalate sono n via di completa risoluzione.

Aggiornamento del 23 settembre ore 15.30

La carreggiata da Pistoia verso Firenze del sottopasso "Pratilia" è stata riaperta alla normale circolazione - si raccomanda di limitare in ogni caso la velocità -
Resta al momento chiusa la carreggiata opposta (da Firenze verso Pistoia). Sul posto oltre alle pattuglie della Polizia Municipale è presente anche una squdra di ANAS (competente per detta viabilità).

Aggiornamento del 23 settembre ore 15.15

A questo momento le situazioni più problematiche risultano le seguenti:
Sottopasso "Pratilia" - Sistemi di allarme attivi - chiuso in entrambe le carreggiate - presenti sul posto pattuglie della Polizia Municipale e squadre del Servizio Protezione Civile - Utilizzare la rotatoria soprastante.
Sottopasso "Questura" - Sistemi di allarme spenti - minima presenza di acqua sulla corsi di marcia della carreggiata Firenze-Pistoia - è possibile il transito a velocità minima
Gli altri sottopassi del V.le L. da Vinci risultano completamente transitabili
Si segnalano parziali allagamenti viari sia lungo la Via per Iolo sia lungo la Via del Purgatorio.
Si segnala inoltre che le fognature lungo la Via Longobarda (Iolo) a causa dell'ultima importante precipitazione che ha fatto registrare oltre 20 mm di pioggia al suolo in meno di 1/2 ora, sono entrate in pressione con sollevamento dei chiusini in centro strada. Squadre della Protezione Civile stanno già intervenendo al fine del loro riposizionamento.

Sono in corso ulteriori verifiche sia nell'abitato di Castelnuovo sia nella parte sud-occidentale del nostro Comune

Aggiornamento del 23 settembre ore 13.32

Attenzione: Si segnala presenza di un modesto quantitativo di acqua su entrambe le carreggiate del sottopasso "Pratilia" del V.le L. da Vinci. Sono attivi i segnalatori a luce rossa. Si ricorda l'obbligo di non proseguire la marcia e di utilizzare la rotatoria soprastante.
Presenza di acqua anche in parte della carreggiata direzione Pistoia del sottopasso "Questura" sempre sul V.le L. da Vinci. Anche in questo caso sono attivi i sistemi di segnalazione "semaforo rosso". Non proseguire la marcia.

Sull'intero sviluppo del V.le L. da Vinci si segnala la presenza di una minima quantità di acqua sulla sede stradale: si raccomanda la massima attenzione al fine di evitare il rischio dell'acqua-planning.

Aggiornamento del 23 settembre ore 13.20

Attenzione: si è appena attivato il segnalatore di allarme per presenza di acqua nella sede viaria dei sottopassi "Pratilia" e "Questura" siti lungo il V.le Leonardo da Vinci (Declassata).
E' in corso intervento sia della Polizia Municipale che di tecnici del Sistema di Protezione Civile.

Appena disponibili forniremo ulteriori indicazioni.
Per il momento si raccomanda di non accedere ai predetti sottopassi ma di utilizzare la rotatoria soprastante.

Pluviometria in Toscana dalle 00.00 alle 12.00 del 23/09/2019

Aggiornamento del 23 settembre ore 12.30

Ricordiamo che, per problemi tecnici, il numero verde per le emergenze di Protezione Civile (800.301530) è ancora disattivato. Sarà ripristinato nel più breve tempo possibile. Per qualsiasi segnalazione di emergenza si prega di contattare il Comando della Polizia Municipale 0574.42391.
Ci scusiamo per il momentaneo disservizio.
*************************************

Il Centro Funzionale ha da poco emesso il quotidiano Bollettino di valutazione delle criticità meteo valido per le prossime ore confermando lo stato di criticità a codice colore “Giallo” per possibili ulteriori “forti temporalifino alle ore 20.00 di questa sera, lunedì 23 settembre 2019.

Ribadito anche lo stesso livello di criticità (codice “giallo”) relativamente al rischio “idrogeologico-idraulico” sul reticolo minore.

Per la giornata di domani, martedì 24 settembre, è invece previsto lo stato di “normalità” (codice colore “verde”) sull’intero territorio della nostra Regione.

Previsioni e Situazione a Prato

Come già previsto dei metereologi del CFR nel Bollettino emesso ieri, anche nel corso della giornata odierna – lunedì 23 – la zona di allerta di riferimento del Comune di Prato sarà soggetta a precipitazioni a carattere di rovescio o temporale le quali potrebbero perdurare fino al pomeriggio inoltrato.

In effetti, come è possibile constatare anche della planimetria relativa ai cumulati al suolo registrati nelle ultime 12 ore (dalle 00.00 alle 12.00 di oggi) che qui pubblichiamo, una linea temporalesca diagonale estesa dalla costa livornese verso Nord-Est (fino all’area fiorentina), fin da questa mattina, si mantiene attiva con temporali e rovesci anche di considerevole intensità.

Indicativamente dalle ore 09.00 alle ore 10.30 di stamani consistenti temporali hanno interessato anche il Comune di Prato; importanti fenomeni di fulminazioni sono stati registrati durante questo periodo.

Due fulmini hanno colpito il campanile della Cattedrale di Santo Stefano provocando considerevoli danni all’impianto elettrico sia della Chiesa che del limitrofo Museo dell’Opera del Duomo.

Anche in questo momento (ore 12.15) un altro rovescio di notevole intensità si sta abbattendo su gran parte della nostra zona di allerta; anche se il nucleo centrale dell’evento si trova nella zona di Scandicci (il pluviometro di Scandicci ha registrato cumulati di oltre 17 mm in 15 minuti fra le ore 12.00 e le 12.15 e di ulteriori 23.4 mm nel quarto dora successivo), anche a Prato l’evoluzione risulta particolarmente significativa.

Al momento, anche se non sono state segnalate situazioni di particolare criticità, la pioggia concentrata sta comportando disagi in alcuni tratti della viabilità: Si segnalano situazioni di modesto allagamento viario lungo la Via del Purgatorio, la Via di Gello, l’area della rotatoria della Via Monnet.

Si rammenta di prestare la massima attenzione nell’avvicinarsi ai sottopassi stradali. Ridurre al massimo la velocità dei veicoli. Rispettare i segnali di divieto di accesso ai sottopassi che dovessero attivarsi in caso di allagamento degli stessi.

Ricordiamo che la modesta presenza di acqua sulla sede viaria potrebbe essere causa del pericolosissimo fenomeno di acqua-planning.

Il Sistema di Protezione Civile del Comune sta costantemente monitorando l’evoluzione della situazione in atto sempre in continuo collegamento con il Centro Funzionale al fine di disporre delle previsioni più attuali.

 

Eventuali ulteriori aggiornamenti in questa sezione del web


Aggiornamento del 22 settembre ore 14.20

Poco fa è stato pubblicato il nuovo Bollettino di Valutazione delle Criticità da parte del Centro Funzionale.

La Regione Toscana conferma, fino alla mezzanotte di oggi, domenica 22 settembre, lo stato di criticità a codice colore “Arancione” sull’intero territorio regionale.

Domani, lunedì 23 settembre, la zona di allerta di riferimento del Comune di Prato (zona “B”), dalle ore 00.00 alle ore 20.00 è stata classificata a criticità “Gialla”.

I rischi di riferimento sono gli stessi già indicati ieri e quindi “forti temporali” e “idrogeologico-idraulico” relativamente al reticolo minore.

Previsioni

Sia in base alle nuove previsioni sviluppate dal CFR che in funzione del primo bollettino di monitoraggio appena emesso circa l’evoluzione della situazione in atto a breve termine, i tecnici del CFR fanno presente che la perturbazione in atto ha caratteristiche tali da condurre a precipitazioni temporalesche anche intense, soprattutto nella seconda parte della giornata di oggi, domenica 22 settembre.

In ogni caso anche domani, lunedì 23, l’estrema instabilità residua condurrà ad ulteriori rovesci i quali potrebbero risultare di considerevole intensità.

Nel corso del pomeriggio e durante le ore serali di oggi, domenica 22, sono previste infatti precipitazioni temporalesche su gran parte della Regione le quali dovrebbero tendere ad attenuarsi nel corso delle prime ore della notte.

Dette precipitazioni risulteranno più intense e probabili in prossimità della costa e nelle zone centro-meridionali della Toscana.

I cumulati attesi durante l’evento odierno sono i seguenti:

Su tutte le aree, in occasione dei rovesci maggiormente intensi, i tecnici del CFR non escludono la possibilità di precipitazioni orarie estremamente consistenti (fino a 60-80 mm/1 ora).

Nel corso della giornata di domani, lunedì 23 settembre, saranno possibili ulteriori precipitazioni sotto forma di rovescio o temporale; nel corso della mattinata saranno le aree settentrionali e costiere ad essere più probabilmente interessate mentre la perturbazione tenderà ad interessare le altre zone della Toscana nel corso del pomeriggio/sera.

In ogni caso i cumulati di pioggia al suolo durante la giornata di lunedì dovrebbero risultare decisamente inferiori rispetto a quanto previsto oggi (medi 20-30 mm – massimi fino a 80 mm sull’Appennino settentrionale).

 Attivazione del Sistema di Protezione Civile

Fin dalla mattinata di oggi, domenica 22 settembre, in considerazione dello stato di Allerta dichiarato dalla Regione, l’intero Sistema di Protezione Civile cittadino si trova nella propria condizione operativa di “attenzione” e rimarrà tale fino alla mezzanotte di stasera.

Successivamente – considerata la criticità “gialla” dichiarata per domani – muterà il proprio livello operativo in “vigilanza”.

Proseguirà ininterrottamente il monitoraggio circa l’evoluzione delle condizioni meteo in atto anche se – al momento – a Prato le precipitazioni sono risultate decisamente modeste (la Stazione pluviometrica di “Prato Università” ha fatto registrare 3.4 mm di pioggia durante la mattinata di oggi).

Si raccomanda di adottare tutte le precauzioni necessarie al fine di accrescere la sicurezza in caso del verificarsi di fenomeni particolarmente intensi di pioggia. Vedi in proposito l’aggiornamento pubblicato ieri.

Qualora se ne ravvisasse la necessità provvederemo a fornire ulteriori dettagli circa la situazione a Prato direttamente in questa sezione del web.


Aggiornamento 22.09.2019 ore 10.35

Il numero verde 800 301530 della Protezione civile di Prato non funziona causa problemi tecnici alla linea telefonica. Per qualsiasi eventuale emergenza contattare la Polizia Municipale al numero della centrale operativa 0574 42391.


Avviso meteo

Poco fa il Centro Funzionale della Regione Toscana ha emesso il quotidiano Bollettino delle Criticità Meteo previste per le prossime ore e per la giornata di domani.

Come è possibile vedere dalla planimetria allegata al Bollettino e che qui pubblichiamo, tutte le 26 zone di allerta in cui è suddivisa la nostra Regione sono state classificate a codice colore “Arancione”.

Il codice colore sopra indicato, per quanto riguarda la zona di allerta di riferimento del nostro Comune (zona “B”) è operativo dalle ore 12.00 fino alla mezzanotte di domani, domenica 22 settembre 2019.

I possibili rischi meteo a cui lo stato di allerta fa riferimento sono : possibili “forti Temporali” con conseguente rischio “idrogeologico-idraulico” a carico dei corsi d’acqua del reticolo minore.

Ricordiamo che tutti i fiumi e torrenti che attraversano il nostro territorio comunale fanno parte di detto reticolo minore.

Previsioni

Sulla base di quanto comunicato dal Centro Funzionale  una intensa perturbazione in transito condurrà ad un deciso e veloce peggioramento a partire fin dalle prime ore di domani e che perdurerà per l’intera giornata di domenica.

Durante la prossima notte (fra oggi, sabato 21 e domani, domenica 22) si assisterà a rovesci e temporali inizialmente sull’Arcipelago e poi a carico della fascia costiera centro-meridioale della Regione.

Nel corso della mattinata di domani le precipitazioni più probabili e persistenti sono previste sulle zone nord-occidentali della Toscana (provincia di Massa-Carrara, Versilia, lucchesia) mentre nel corso delle ore pomeridiane di domenica 22 le precipitazioni a carattere temporalesco si estenderanno a gran parte della nostra Regione presentandosi più intense a carico dei settori appenninici.

In seguito a dette previsioni meteo, i tecnici del Centro Funzionale ritengono possibili i seguenti cumulati di pioggia al suolo:

I citati valori massimi di cumulato potrebbero venir superati in occasione dei temporali più intensi principalmente sui rilievi appenninici, sulle Apuane e sull’Amiata.

E’ importante far presente che le caratteristiche della perturbazione in transito sulla Toscana sono tali da presentarsi con precipitazioni temporalesche particolarmente intense e violente (cumulati orari possibili fino a 60-80 mm).

I rovesci potrebbero risultare accompagnati da colpi di vento e fenomeni di grandine.

In estrema sintesi, per quanto riguarda la zona “B”, la fascia oraria a maggiore criticità sarà presumibilmente quella pomeridiana e serale di domani, domenica 22 settembre.

Attivazione del Sistema di Protezione Civile

In considerazione dell’Allerta meteo dichiarata dalla Regione Toscana l’intero Sistema di Protezione Civile della nostra Città assumerà, fin dalle prime ore di domani mattina, il proprio livello operativo di “attenzione” così come previsto dalla Pianificazione Comunale vigente.

Già adesso (primo pomeriggio di sabato 21 settembre) il tecnico reperibile del Centro Situazioni (Ce.Si.) ha già provveduto ad avvisare della situazione di Allerta Meteo tutti i diversi Servizi dell’Amministrazione comunale così che ciascuno, in base alle proprie competenze, possa eventualmente adottare tutte le procedure precauzionali che riterrà opportuno.

Tutte le Componenti stanno verificando l’efficienza delle rispettive attrezzature e la disponibilità del proprio personale qualora venisse attivato il C.O.C. (Centro Operativo Comunale).

Avvertenze

Qualora si verificassero precipitazioni consistenti e intense semplici precauzioni di “auto-protezione” risultano particolarmente importanti.

Limitare al massimo gli spostamenti in caso di temporali e rovesci, utilizzando l’auto solo in caso di necessità. Alla guida, in ogni caso, ridurre la velocità e, qualora le condizioni meteo lo richiedano, fermare la marcia (in condizioni di assoluta sicurezza). Cercare di evitare tratti di viabilità con sottopassi o posti in zone particolarmente depresse del territorio. In ogni caso, nell’avvicinarsi ai sottopassi, prestare sempre la massima attenzione alla eventuale presenza di acqua sulla sede stradale. Ricordiamo che anche una minima quantità di acqua stagnante può dare origine al problema dell’ acqua-planning estremamente pericoloso.

Tutti i sottopassi stradali lungo la viabilità principale pratese (lungo il V.le L. da Vinci, la Tangenziale e il V.le dell’Unione Europea) sono dotati di sistemi elettronici di allarme; nel caso di presenza momentanea di acqua sulla sede stradale si attiverebbero i sistemi di segnalazione e i semafori presenti si accenderebbero con luce “rossa”. In questo caso ricordiamo che è assolutamente vietato proseguire la marcia. Utilizzare sempre la rotatoria soprastante.

Non sostare nei pressi dei corsi d’acqua soprattutto nelle zone maggiormente depresse della nostra Città (zone meridionali e occidentali); qualora si ravvisi la necessità cercare un parcheggio per i veicoli in aree a quota più elevata.

Si invita a restare informati circa l’evoluzione della situazione prevista dal CFR direttamente verificando eventuali aggiornamenti della presente sezione del web.







 

 


 


Condividi su:



Data ultima revisione dei contenuti della pagina: 25.09.2019
 indietro  inizio pagina